Il momento migliore per allenarsi: trovare i tuoi bioritmi muscolari

Il momento migliore per allenarsi: trovare i tuoi bioritmi muscolari

Tempo propizio per la formazione determinato dagli scienziati.

Gli scienziati sono giunti a questa conclusione. Tutte le cellule del corpo, secondo loro, sono controllate da un "orologio" che è responsabile del loro adattamento ai cambiamenti ambientali e alle attività durante il giorno.

"L'ossigeno e l'orologio interno creano un insieme collaborativo all'interno delle cellule muscolari, determinando e sincronizzando la relazione tra la produzione di energia e l'ora del giorno", afferma l'autore senior dello studio, il dott. Joseph Bass, specialista in endocrinologia, metabolismo e medicina molecolare, e aggiunge: Le funzioni più importanti cambieranno a seconda dell'ora del giorno. E questa premessa è una seria opportunità per gli atleti di ottimizzare il proprio allenamento nel miglior modo possibile, cioè il più produttivo in termini di risposta muscolare.

Inizialmente i test sono stati effettuati su topi che erano attivi su una ruota mobile in diversi momenti della giornata, effettuando una mutazione genetica dell'orologio circadiano nelle singole fibre muscolari. In questo modo, gli scienziati hanno analizzato il funzionamento dei geni che svolgono un ruolo importante nell'esercizio e hanno determinato il significato della deregolazione del tempo circadiano per l'elaborazione del carburante (come zucchero e grasso) da parte delle cellule muscolari in condizioni di bassi livelli di ossigeno. Ciò ha consentito al team di scienziati di giungere a una conclusione l'importanza dell'orologio muscolare interno per la mobilitazione dell'energia.

Come funziona questo meccanismo nel corpo umano? L'orologio muscolare controlla le risposte metaboliche interagendo con proteine ​​specifiche chiamate HIF che controllano il metabolismo quando i livelli di ossigeno diventano troppo bassi per consentire alle cellule muscolari di continuare a produrre energia.

Quindi, a riposo o eseguendo esercizi a bassa intensità, i muscoli consumano ossigeno per la produzione di energia. Ma, quando l'intensità dell'allenamento aumenta, iniziamo a usare l'ossigeno più velocemente, e quindi finisce più velocemente. È allora che il meccanismo degli HIF entra in gioco e viene inviato un segnale ai muscoli per passare dall'ossigeno allo zucchero come fonte di energia. Ciò consente di legare l'implementazione del carico a un'ora specifica del giorno e classificare la metà della giornata come la più favorevole per essa.

Catalogo FitUFO

Back to blog

Leave a comment

Please note, comments need to be approved before they are published.